Provenza

Provenza

20/06/2019 1 Di enjoyourtravel
Please follow and like us:

Il viola è nato un giorno di primavera in un campo di lavanda. Deve aver cercato a lungo un luogo come questo dove i filari vanno dritti verso l’orizzonte come se fossero invitati a un ballo con l’infinito” Caramagna

Provenza, dettaglio Lavanda

La nostra visita della Provenza è avvenuta nel mese di Luglio, lì infatti è possibile ammirare al massimo la fioritura della lavanda e i meravigliosi paesini del Luberon.

Siamo partiti da Milano e abbiamo raggiunto il confine francese in circa due ore; prima di dirigerci in Provenza, abbiamo fatto una sosta di un giorno in Costa Azzurra, nel paesino di Le Lavandou. Si tratta di un piccolo borgo di pescatori, molto piacevole in estate perché il centro è pieno di vita, con negozi e ristoranti aperti fino a tarda notte. Quindi dopo un bagno rigenerante nelle acque della Costa Azzurra, abbiamo trascorso il nostro pomeriggio e la nostra serata in giro per i locali del centro.

Il giorno seguente abbiamo ripreso il viaggio con destinazione Gordes, dopo poco più di due ore di tragitto, il paesaggio comincia a cambiare drasticamente: finiscono le grandi strade delle città e ci si ritrova immersi in tante strade di campagna, via via sempre più piccole, circondati da filari di vite che dominano il paesaggio. L’arrivo a Gordes è una sorpresa piacevolissima: il paesino sembra essersi fermato secoli fa, tutto è rimasto immutato e ha mantenuto un’aria totalmente estranea all’industrializzazione delle grandi città. Il luogo in cui avevamo scelto di soggiornare, La Badelle, ci ha accolto in un modo meraviglioso! Remì, il nostro albergatore, ci ha fatto subito sentire a casa, mettendoci a nostro agio e mostrandoci la struttura in cui ci saremmo fermati per quattro notti. Si trattava di un casolare in pieno stile provenzale, circondato da un giardino curatissimo, dotato di ogni comfort, con piscina, stanze pulitissime e molto accoglienti e un ambiente a vetri con cucina che costeggia la piscina messo a disposizione degli ospiti, sia per la colazione che per consumare qualche pasto.

Provenza, Gordes

Gordes si trova esattamente al centro dei paesini più belli della Provenza, quindi non ci fermeremo a descrivere il nostro viaggio tappa per tappa, ma vogliamo fornirvi uno spunto dei luoghi più belli da visitare e consentirvi di vivere la Provenza con i vostri tempi, perché la sensazione che vi dominerà è proprio quella di essere fuori dal tempo!

Provenza, Isle sur la sorgue

Cercate di vivere la Provenza nelle sue manifestazioni più tipiche: non mancate di visitare al mattino i mercati; ne troverete almeno uno al giorno nei vari paesini, noi abbiamo visitato con una piacevolissima sorpresa quello di Isle sur la Sourgue: un paesino costruito attorno a una piccola isoletta su un fiume e il mercato ha luogo proprio su questa isoletta! I mercati provenzali sono un tripudio di profumi e di sapori, rimarrete incantati ad ammirare i prodotti del posto e le fantastiche bancarelle che vendono saponi e lavanda essiccata. Vi porterete dietro quel profumo per sempre!

Provenza, Museo della lavanda

Altra sosta immancabile è il Museo della Lavanda a Coustellet: non è una struttura molto grande, ma sicuramente ben tenuta; è interessante per comprendere fino a che punto e in che modo la Provenza sia legata a questo prodotto e ne abbia tratto vantaggi durante tutta la sua storia. Imparerete a conoscere la differenza tra “lavanda” e “lavandino” e rimarrete stupidi a scoprire quante volte quella che ci “spacciano per lavanda” qua in Italia, in realtà non lo è affatto!!

Sui luoghi da visitare non avrete che l’imbarazzo della scelta: si trovavano tutti a circa 30 minuti di distanza; è immancabile la visita alla Abbazia di Senanque, la classica foto che trovate sulle cartoline della Provenza! Roussilon con la sua ocra rossa e poi non perdete una passeggiata verso il Mont Ventoux: la strada che vi condurrà fin lì è piena di campi di lavanda!

Provenza, Abbazia di Senanque

Il cuore dei campi lo troverete tra Valensole e Sault, ma credeteci: la Provenza è un sogno ad occhi aperti, vi sentirete catapultati in una realtà senza tempo e non potrete fare a meno di tornarci!

Vi lascio con questa citazione trovata su una cartolina della Provenza che custodiamo gelosamente nella nostra bacheca dei viaggi: “Si les parfums de la Provence sont les plus puissant evocateur de souvenirs, c’est parce que le nez est plus pres du coeur que les yeaux

Per qualsiasi info, non esitate a contattarci!

Silvia